Iraq

Legalizzazione
Consolare
Visto
Affari
Visto
Turismo

Legalizzazioni:

  • certificato di origine redatto in unico esemplare vistato dalla Camera di Commercio Italiana con vidimazione ex-upica, è obbligatorio (dal 16/01/2017) che sul certificato di origine sia riportato il numero di fattura abbinata,altrimenti l’ambasciata non accetta la presentazione dei documenti. Dal 16/05/2018 è obbligatorio inserire al punto 4 del certificato il mezzo e il porto di arrivo.
  • fattura commerciale (se richiesta dal credito e/o cliente ) in unico esemplare recante il visto della Camera di Commercio con vidimazione ex-upica.
  • Allegare visura camerale e documento d’identità del legale rappresentante.
  • dal Marzo 2018 allegare originale e o copia del certificato d’ispezione rilasciato da TUV o Bureau Veritas. Servirà in visione e non verrà legalizzato.
  • l’Ambasciata non vista certificati di origine con l’indicazione al punto 3 (del certificato) Paesi extra comunitari, se non con la visione dei documenti comprovanti l’origine extracomunitaria, es. certificati di origine esteri, bolle doganali. Inoltre deve sempre essere espressa la destinazione finale Iraq.
  • E’ possibile vistare anche solo il certificato di origine con la sua fattura in visione.
  • Per i certificarti Sanitari occorre la vidimazione della Prefettura di competenza.
  • Per tutti i documenti che rilasciano procure e o autorizzazioni (come la distribuzione di un marchio) devono essere vidimati da un Notaio Italiano, con la conseguente certificazione della Procura della Repubblica di competenza.
  •  DAL 1° OTTOBRE 2018 SOLO PER LE DICHIARAZIONI (DI OGNI TIPO) IN ITALIANO  LA TRADUZIONE GIURATA E PROCURA DELLA REPUBBLICA DALL’ITALIANO ALL’ARABO O DALL’ITALIANO ALL’INGLESE.

Tempistica: 3-6 giorni lavorativi

circolare iraq marzo 2018

Documenti necessari:

  • Passaporto con validità minima di 3 mesi;
  • 2 foto;
  • 1 modulo;
  • autorizzazione emessa dal Ministero Affari Esteri o la lettera di invito della ditta Iraqena
  • lettera di richiesta visto della ditta italiana
  • OBBLIGATORIO esibire esame dell’HIV in caso di richiesta visto di Lavoro (vedi note)

Note: Sul passaporto non devono esserci visti per Israele.

Documento da scaricare: MODULO AGGIORNATO IRAQ

Tempistica:  con l’autorizzione ministeriale 4-5 giorni

con la lettera di invito 7-15 giorni lavorativi

 

Per il momento non si rilasciano i visti per il turismo ma solo per affari.

Stato di interesse *

Nome *

Cognome

Azienda

Regione *

Telefono *

E-mail *

Informazioni sul visto

Data di partenza (Formato AAAA-MM-GG)

Data di ritorno (Formato AAAA-MM-GG)

Motivo del viaggio

Tipo di visto

Vi ho conosciuto da

StampaWebAltro