Risultato/i per: News da SOA

31/5/2018

L’importazione di acciaio e alluminio è ora soggetta a nuove vigilanza

Secondo il Regolamento di esecuzione UE 2016/670 della Commissione del 28 aprile 2016, l’importazione di materiali siderurgici (acciaio) è soggetta a nuove vigilanza, per i materiali siderurgici, pertanto è necessario richiedere il certificato di vigilanza per l’importazione. Nello specifico, il Regolamento si applica in riferimento ad alcuni prodotti elencati nell’allegato I del testo, il cui peso netto rientri nei 2.500 kg. Inoltre riguarda determinati paesi d’origine, elencati nell’allegato II, fatta eccezione per merci provenienti dalla Norvegia, dall’Islanda e dal Liechtenstein. Prima solo acciaio, adesso anche alluminio La Commissione del 25 aprile 2018 con Regolamento di esecuzione UE 2018/640 ha introdotto, per l’importazione di materiali siderurgici, una vigilanza preventiva sulle importazioni di determinati prodotti di alluminio originari di alcuni paesi terzi. Per tali ragioni, l’immissione in libera pratica nell’Unione di tali merci è da […]
Continua a leggere
21/9/2017

E’ nata la nuova Camera di Commercio Metropolitana

Milano, Monza-Brianza e Lodi sono i confini della nuova Camera di Commercio Metropolitana   nata per sostituire i singoli enti camerali. La riorganizzazione delle Camere di Commercio, attivata dal decreto licenziato il 13 ottobre 2016 dal Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’attuazione della riforma sulla Pubblica Amministrazione entra così nel vivo. Il nuovo ente, il più grande d’Italia per numero di imprese – 465.957 registrate a giugno 2017 –  diventa di fatto il punto di riferimento per le imprese operanti nel territorio che impiegano oltre 2 milioni di addetti generando un fatturato complessivo che sfiora i 576 miliardi di Euro. A guidare il nuovo ente per i prossimi cinque anni sarà Carlo Sangalli eletto all’unanimità dall’assemblea di 33 consiglieri, mentre è stata confermata Segretario Generale Elena Vasco, già Segretario Generale della Camera […]
Continua a leggere
21/6/2017

Programma gestione bolle doganali

A seguito della delocalizzazione produttiva e della complessa struttura della supply chain internazionale, sono sempre più numerose le aziende italiane che richiedono certificati di origine non preferenziale per merci originarie di paesi terzi riesportate senza essere state sottoposte ad alcuna lavorazione. Per rilasciare documenti di questo tipo, recanti nella casella 3 «Paese di origine» il nome di un Paese terzo, le Camere di Commercio richiedono, quale prova documentale, il certificato di origine rilasciato nel Paese di produzione o la bolla doganale di importazione italiana o comunitaria. Poiché la normativa sui certificati di origine prevede tassativamente che per ogni singola partita di merce possa essere emesso un solo originale (corredato eventualmente di copie), le Camere di Commercio richiedevano che sull’originale del certificato estero o della bolla doganale si scaricassero le quantità […]
Continua a leggere
20/6/2017

Le nuove vie della seta in Italia passano per i porti di Trieste e Genova

Le nuove vie della seta La Cina ha chiamato e quasi tutti hanno risposto: al primo Forum per la Cooperazione Internazionale della Belt and Road Initiative – “le nuove vie della seta” – tenutosi il 14 e 15 maggio a Pechino hanno partecipato 29 leader da tutto il mondo e circa 1200 rappresentanti da 110 paesi. Tra gli invitati più importanti vi erano il presidente turco Erdogan, quello russo Putin e Gentiloni, unico leader rappresentate del G7. L’evento ha consolidato l’immagine internazionale della Bri, consacrandola come il più grande progetto di sviluppo infrastrutturale dopo il Piano Marshall. Prevedendo un investimento da parte del governo cinese di 900 miliardi di dollari le nuove vie della seta costituiscono la punta di diamante della politica estera del presidente cinese Xi Jinping, che grazie […]
Continua a leggere
30/3/2017

Il futuro del certificato d’origine passa per la digitalizzazione dei documenti

Alto Adige all’avanguardia nell’adozione del certificato d’origine digitale Il servizio telematico per la digitalizzazione dei documenti per il commercio estero comporta grandi vantaggi per le imprese che lo hanno adottato: da una parte un grande risparmio di tempo, visto che in passato tutta la documentazione doveva essere timbrata manualmente, dall’altra un importante passo verso il futuro del digitale. Alto Adige all’avanguardia nell’adozione del certificato d’origine digitale Nel 2016 quasi i due terzi dei 11.200 certificati di origine e circa la metà dei 25.800 visti emessi dalla Camera di Commercio sono stati richiesti tramite il software sviluppato appositamente per le imprese per snellire e velocizzare la procedura per i documenti necessari per il commercio estero. “Grazie all’aiuto della Camera di Commercio siamo riusciti a digitalizzare anche i certificati d’origine, con la […]
Continua a leggere
14/2/2017

“America First”, un problema per il Made in Italy?

Dagli Usa torna il protezionismo e il sogno improbabile di chiudere le frontiere. Si allontanano gli accordi commerciali di libero scambio e l’obiettivo si sposta da alleanze geopolitiche ad accordi bilaterali con i singoli paesi. La produzione industriale italiana si è significativamente contratta dal 2007 in poi, ma nonostante questo le esportazioni stanno toccando livelli mai raggiunti prima. Il dato di dicembre dell’export extra-Ue, in crescita mensile del 2,5% riporta il sereno sulle prospettive del Made in Italy aprendo verso nuovi spazi di ottimismo per mercati ormai dati per persi. Uno scenario che rischia di essere messo in discussione a causa delle prossime decisioni dell’amministrazione Trump che potrebbero determinare una tassa sull’import e sulle vendite negli USA. Non è mancata a questo proposito la reazione dell’UE che non vuole una guerra […]
Continua a leggere
17/1/2017

CERTIFICATO DI ORIGINE TELEMATICO ?

SOA TI CONSIGLIA GLI STRUMENTI PIU’ ADEGUATI Il certificato di origine telematico che attesta il luogo di produzione, estrazione o fabbricazione delle merci è un processo irreversibile. Per questo diventa importante rivolgersi al partner giusto e usare gli strumenti più adeguati. Le soluzioni Cert’o e WebCo sono i prodotti attualmente sul mercato, l’alternativa è il servizio di intermediazione personalizzato di SOA. Il confronto Per utilizzare le piattaforme Cert’o e WebCo bisogna avere i seguenti requisiti: Iscrizione al registro imprese Fondo telematico “borsellino prepagato” Firma digitale Accesso mono utente Fattura anticipata L’intermediazione SOA offre un servizio personalizzato in base alle esigenze del cliente insieme ad alcuni vantaggi: Iscrizione al registro imprese a cura di SOA Fondo telematico “borsellino prepagato” a cura di SOA Firma digitale a cura di SOA Accesso mono […]
Continua a leggere
24/10/2016

RIORGANIZZAZIONE DELLE CAMERE DI COMMERCIO

LA RIORGANIZZAZIONE DELLE CAMERE DI COMMERCIO ENTRA NEL VIVO La riorganizzazione delle Camere di Commercio, attivata dal decreto licenziato dal Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’attuazione della riforma sulla Pubblica Amministrazione sta entrando nel vivo della fase di accorpamento. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via libera all’istituzione della Camera di Commercio Metropolitana di Milano-Monza-Brianza-Lodi. Il decreto, datato 13 ottobre, è stato firmato dal Ministro Calenda concludendo così l’iter che ha portato all’aggregazione tra le camere di Milano e Monza. Dal decreto si apprende anche che la nuova Camera di Commercio avrà «sede a Milano, in via Meravigli 9/b e sedi secondarie in Monza, piazza Cambiaghi, 9 e in Lodi, via Haussmann, 11/15». Elena Vasco, attuale segretario della Camera di Commercio di Milano, nominata commissario ad acta avrà il […]
Continua a leggere
11/10/2016

La pubblica amministrazione viaggia su claud

ora la pubblica amministrazione viaggia su claud Dopo ricetta e fatturazione elettronica, certificati medici online e fascicolo sanitario digitale arriva un ulteriore novità per la pubblica amministrazione 4.0. Basta carta, tutto sarà su cloud. Comuni ed Enti Pubblici dovranno utilizzare per ogni nuova pratica avviata esclusivamente documentazione digitale. Una vera e propria rivoluzione per gli uffici pubblici che potranno contare su modulistica online, firme digitali, e archiviazione su cloud per conservare ogni documento senza limiti di spazio. Il percorso verso la PA digitale Il piano per una pubblica amministrazione senza carta parte una decina di anni fa con il Codice dell’amministrazione digitale del 2005 e termina con il decreto della presidenza del consiglio del 13 novembre 2014 che sancisce in maniera definitiva l’abbandono della carta fissando i criteri in grado […]
Continua a leggere
7/9/2016

RAPPORTI COMMERCIALI TURCHIA- UE: A BREVE I COLLOQUI PER IL RINNOVO DELL’UNIONE DOGANALE

Il ministro dell’Economia turco, Nihat Zeybekci, ha riferito all’agenzia di stampa “Anadolu” che Ankara inizierà i colloqui ufficiali con l’Ue per rinnovare l’accordo sull’unione doganale entro la fine dell’anno o al più tardi all’inizio del 2017 dal momento che le analisi di fattibilità sono state concluse sia dalla parte europea sia da quella Turca.   Le relazioni commerciali tra UE e Turchia sono regolate dall’accordo di associazione del 1963 al quale si aggiungono altri accordi bilaterali – tra cui l’unione doganale fondata nel 1996 – che ha contribuito alla libera circolazione delle merci e all’integrazione dei mercati. Nel 2015 la Turchia è stata il quinto partner commerciale dell’Ue, con 140 miliardi di euro di beni venduti, mentre l’Ue è stata il principale partner commerciale della Turchia. Lo scorso maggio, la […]
Continua a leggere