Canada

Legalizzazione
Consolare
Visto
Affari
Visto
Turismo

I documenti idonei ad attestare la definitiva importazione della merce in Canada, ai sensi dell’art. 17 del reg. CE 612/2009 sono:

 

  • Esemplare B3 – Canada customs coding form – Tale documento è completamente informatizzato ed è privo del timbro dell’Autorità doganale;deve contenere tutti gli elementi che possano far ricondurre il documento citato all’esportazione effettuata (codice doganale coincidente con le prime sei cifre e descrizione della merce compatibile con quella indicata nella bolletta di esportazione, identità del mezzo di trasporto con quanto dichiarato sulla dichiarazione di esportazione, numero colli e peso lordo/netto della merce ecc.).
  • E’ idoneo anche il formulario B3 emesso in via telematica che in alto a sinistra riporta la dicitura invoice.
    L’esemplare B2, rilasciato dalle locali autorità doganali, è valido solo come modulo di rettifica del B3 pertanto i due documenti devono essere presentati congiuntamente.
    Si precisa che, per essere considerato idoneo a comprovare la definitiva importazione della merce in territorio canadese , il B3 deve riportare nella casella 3 – type – uno dei seguenti codici:

    • AB;
    • C solo se il documento contiene,anche, il timbro della dogana con l’indicazione Droits acquittes o Duty paid, datato dalla cassa;
    • 20 immissione in consumo dopo che la merce è stata introdotta in deposito.
  • Esemplare C10 Landing Certificate – Tale documento è idoneo solo se riporta le generalità dell’esportatore e dell’importatore, la descrizione della merce , il numero di container , il numero dei colli, il numero della transazione commerciale e una dichiarazione relativa al pagamento dei dazio; il documento deve essere timbrato e firmato dalla competente dogana.

I documenti possono essere presentati alternativamente in quanto sono equipollenti. In presenza di elementi discordanti di vario genere, l’Ufficio valuterà caso per caso.

I documenti possono essere prodotti in originale o copia conforme all’originale. La conformità all’originale può essere attestata nei modi previsti dalla legge e segnatamente:

  • dall’Autorità doganale del Canada;
  • dall’ICE;
  • da Consolati o ambasciate di paesi aderenti all’Unione Europea.

In caso di merce importata , ma introdotta nei magazzini doganali canadesi in attesa di essere imbarcata come provvista di bordo, per dimostrare l’importazione della merce viene rilasciato l’esemplare B3 ( codice 10 – introduzione in deposito – nella casella 3 -) unitamente allo Shop’s storse delivery declaration.

Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’”electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA.
La richiesta dell’eTA dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica.
L’eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima.
Il relativo costo è di 7 dollari canadesi.
Le richieste potranno essere trasmesse da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet, inclusi i cellulari e la risposta perverrà di regola dopo pochi minuti, salvo i casi in cui le competenti Autorità canadesi ritengano necessari ulteriori accertamenti.
Per ulteriori informazioni, in italiano, sull’eTA, si prega di consultare la seguente pagina Internet www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp
L’autorizzazione ”eTA” non garantisce, tuttavia, l’automatica ammissione in territorio canadese, che è lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Il soggiorno in Canada sulla base dell’”eTA“ non consente invece di:
–    rimanere sul territorio canadese oltre il periodo consentito;
–    svolgere attività retribuite.

ei casi diversi dal breve soggiorno fino a sei mesi per motivi di turismo o di affari è necessario richiedere apposito visto d’ingresso presso l’Ambasciata del Canada a Roma.
Per  informazioni sul visto d’ingresso in Canada si prega di consultare la seguente pagina Internet http://www.cic.gc.ca/english/visit/index.asp

Per informazioni dal sito dell’Ambasciata del Canada a Roma si prega di consultare la
seguente pagina Internet
http://www.canadainternational.gc.ca/italy-italie/visa.aspx?lang=eng
L’indirizzo e-mail dalle Autorità canadesi per richiedere chiarimenti in materia di “eTA” è il seguente: CIC-eTA-AVE@cic.gc.ca

Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’”electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA.
La richiesta dell’eTA dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica.
L’eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima.
Il relativo costo è di 7 dollari canadesi.
Le richieste potranno essere trasmesse da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet, inclusi i cellulari e la risposta perverrà di regola dopo pochi minuti, salvo i casi in cui le competenti Autorità canadesi ritengano necessari ulteriori accertamenti.
Per ulteriori informazioni, in italiano, sull’eTA, si prega di consultare la seguente pagina Internet www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp
L’autorizzazione ”eTA” non garantisce, tuttavia, l’automatica ammissione in territorio canadese, che è lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera.
Il soggiorno in Canada sulla base dell’”eTA“ non consente invece di:
–    rimanere sul territorio canadese oltre il periodo consentito;
–    svolgere attività retribuite.

ei casi diversi dal breve soggiorno fino a sei mesi per motivi di turismo o di affari è necessario richiedere apposito visto d’ingresso presso l’Ambasciata del Canada a Roma.
Per  informazioni sul visto d’ingresso in Canada si prega di consultare la seguente pagina Internet http://www.cic.gc.ca/english/visit/index.asp

Per informazioni dal sito dell’Ambasciata del Canada a Roma si prega di consultare la
seguente pagina Internet
http://www.canadainternational.gc.ca/italy-italie/visa.aspx?lang=eng
L’indirizzo e-mail dalle Autorità canadesi per richiedere chiarimenti in materia di “eTA” è il seguente: CIC-eTA-AVE@cic.gc.ca

Stato di interesse *

Nome *

Cognome

Azienda

Regione *

Telefono *

E-mail *

Informazioni sul visto

Data di partenza (Formato AAAA-MM-GG)

Data di ritorno (Formato AAAA-MM-GG)

Motivo del viaggio

Tipo di visto

Vi ho conosciuto da

StampaWebAltro