Turchia

Legalizzazione
Consolare
Visto
Affari
Visto
Turismo
Ultima modifica alle informazioni : April 7, 2016

Legalizzazioni:

E’ in vigore la competenza territoriale.

Dall’ Emilia Romagna verso nord la rappresentanza competente ricade sul Consolato di Milano. E’ possibile legalizzare export registry form, contratti, dichirazioni, certificati, fatture etc… previa vidimazione della camera di commercio di competenza.

Dalla Toscana verso sud la rappresentanza competente è l’Ambasciata di Roma. E’ possibile legalizzare solo gli export registry form, previa vidimazione della camera di commercio di competenza. Le altre forme documentali andranno vidimate con il timbro apostille.

 

Per i cittadini Italiani non è richiesto il visto.

L’accesso è consentito con il passaporto validità residua almeno 6 mesi o la carta d’identità valida per l’espatrio.

Se la visita riguarda interventi tecnici, il visto è richiesto. Il personale delle rappresentanze Turche richiede il richiedente il visto di persona.

Per maggiori informazioni contattare SOA allo 024046510.

Per i cittadini Italiani non è richiesto il visto.

L’accesso è consentito con il passaporto validità residua almeno 6 mesi o la carta d’identità valida per l’espatrio.

Stato di interesse *

Nome *

Cognome

Azienda

Regione *

Telefono *

E-mail *

Informazioni sul visto

Data di partenza (Formato AAAA-MM-GG)

Data di ritorno (Formato AAAA-MM-GG)

Motivo del viaggio

Tipo di visto

Vi ho conosciuto da

StampaWebAltro