Viaggi internazionali: ecco perché hai bisogno di un’assicurazione

29 January , 2019 Viaggiare Informati

Chi si sposta per affari o turismo sa bene che è importante stipulare una buona assicurazione per viaggio internazionale.  In alcuni casi, per paesi extraeuropei, è addirittura necessario avere una polizza sanitaria per ottenere il visto.

Come procedere? In primo luogo devi organizzare un viaggio pensando alla massima sicurezza possibile. E poi devi rispettare le regole imposte dal paese ospitante. Ecco, quindi, cosa fare per stipulare una buona assicurazione per viaggio internazionale.

Perché stipulare un’assicurazione di viaggio?

Spesso si sottovaluta l’importanza di siglare un’assicurazione prima di partire per un viaggio verso paesi extraeuropei (e non). Trovandosi ad affrontare spese impreviste anche molto elevate nel caso in cui sia necessario l’intervento medico.

Qualsiasi imprevisto, infatti, può essere ovviamente spiacevole per la persona, ma anche molto costoso per le finanze. Sapere di essere tutelati da una compagnia di assicurazione è un sollievo e ci fa affrontare il viaggio con maggiore serenità.

Da leggere: come deve essere la foto del visto d’ingresso

Cosa deve prevedere l’assicurazione

L’aspetto principale della polizza: per essere valida e accettata deve conferire, nel caso in cui serva, l’indennizzo dei danni relativi al periodo trascorso all’estero. Questo risarcimento viene predisposto dalla compagnia di assicurazione con:

  • La prestazione diretta di cure.
  • Provvedimenti necessari a risolvere i problemi.
  • Pagamento di una somma corrispondente al danno.

Questo fino al limite definito dai massimali indicati nel contratto. Prima di firmare la polizza e partire per la tua destinazione assicurati di aver preso visione di questa cifra considerando che in alcuni paesi è indicato un tetto minimo.

Assicurazione obbligatoria: quando è necessaria?

Ricordiamo che molte destinazioni (tipo Russia, Cina e India) prevedono l’assicurazione medica obbligatoria. In occasione della richiesta di visto d’ingresso, il consolato richiede il contratto di polizza con le seguenti informazioni:

  • Denominazione della compagnia assicuratrice.
  • Numero di polizza.
  • Data di emissione della polizza.
  • Generalità dell’intestatario (cognome, nome).
  • Data di nascita dell’intestatario.
  • Date di validità della polizza (inizio e fine periodo assicurato).
  • Paesi per i quali è valida la copertura assicurativa.
  • Massimali di copertura rischio: non deve essere inferiore a 30.000,00 euro.
  • Denominazione della compagnia assicuratrice.
  • Firma dell’intestatario.

Deve esserci il contratto di stipulazione della polizza assicurativa con il dettaglio dei rischi coperti dalla polizza in oggetto e delle modalità di risarcimento (spese mediche, trasporto e rientro della salma). Da non dimenticare la firma del responsabile incaricato della compagnia di assicurazione o della parte intermediaria autorizzata. Le polizze devono essere su carta intestata della compagnia, con relativi timbro.

Da leggere: visti e passaporti, come organizzare il viaggio

Come fare l’assicurazione per viaggio internazionale

Hai bisogno di un’assicurazione per il tuo viaggio? Abbiamo sviluppato una polizza in collaborazione con Filodiretto, compagnia dedicata alla vendita online di prodotti assicurativi. Per conoscere il premio del tuo viaggio richiedi un preventivo.